La dieta nella insufficienza renale cronica. Attenzione al potassio.

Dieta nella insufficienza renale cronica. Una dieta appropriata aiuta a limitare la quantità di potassio introdotta con gli alimenti. Vediamo cosa è meglio scegliere, ridurre o evitare.

Il potassio è un sale minerale con funzioni vitali: è necessario per il nutrimento delle cellula; serve nella costruzione delle proteine; è importante per la crescita; è la corrente che fa contrarre i nostri muscoli. Quest’ultimo ruolo è di grande importanza per la contrazione del muscolo cuore

Il potassio è contenuto in quasi tutti gli alimenti e bevande. Si assorbe nell’intestino e passa nel sangue. Il potassio viene eliminato dal rene sano e, in parte, dall’intestino.

Se il rene è malato il potassio si può accumulare: in questo caso si parla di iperpotassiemia o iperkaliemia. Il valore ottimale nel sangue è tra 3,5 e 5,0 mEq/L.

I sintomi della iperpotassiema possono essere: stanchezze, crampi muscolari, sensazione di gambe pesanti, dolori addominali con diarrea, vomito e nausea. Il danno più importante è sul cuore con disturbi del ritmo cardiaco, extrasistoli e/o rallentamenti del battito fino all’arresto cardiaco.

Una dieta appropriata aiuta a limitare la quantità di potassio introdotta con gli alimenti. Vediamo cosa è meglio scegliere, ridurre o evitare.